KM0

Share on Facebook+1Share on LinkedInShare on Twitter

Clicca qui e segnala la tua mail per ricevere informazioni sul “fresco”.
Qui si parla di distanze, in tutti i sensi.
Per i nostri acquisti vorremo poterci fidare, vorremmo rivolgerci a persone che sono amici di amici, da poter andare a visitare se volessimo, osservare i metodi, e i luoghi di produzione, senza fare tantissima strada, tanta distanza, che si traduce in altrettanto inquinamento legato al trasporto dei prodotti.
Questo di può fare, si può costruire, lo stiamo iniziando a fare con la cooperativa, a partire da coltivatori con i quali abbiamo rapporti diretti, che vivono e producono in Campania, in luoghi sicuri, con metodi naturali e/o biologici certificati.verdure
Quindi questi prodotti, si parla perlopiù di frutta e verdura, è giusto che siano vicini, a distanze che con leggerezza definiamo a KM0, sia per la freschezza sia per l’economia locale che va incentivata laddove la sicurezza e la qualità sono di casa, e se malauguratamente non fossimo soddisfatti di qualcosa, si sa anche, così, a chi rivolgersi direttamente.
Un nostro socio volontario in passato ha collaborato con una di queste aziende nel territorio campano, riscoprendo un rapporto umano che, in genere, esiste poco in attività commerciali, ma soprattutto una passione nel portare nelle tavole un prodotto biologico, senza comcimi chimici, sicuro, e di qualità.OLYMPUS DIGITAL CAMERA Questa Azienda è Madrenatura, di Poggiomarino (NA) che attualmente ci rifornisce di prodotti freschi una volta a settimana, con la cui titolare c’è un rapporto di amicizia e fiducia. Altra azienda di cui ci fidiamo è l’azienda agricola biologica di Giovanni Pucciarelli, che oltre a coltivare carciofi bianco bio, produce formaggi e tanti altri prodotti, come i sott’oli, che ci vengono forniti più volte al mese.

Ora stiamo cercando di collaborare con altri produttori e siamo anche a disposizione di produttori che vogliono farsi conoscere, aprendo le porte dell’azienda a nostre visite, domande, relazioni. Immaginiamo che questo debba essere il rapporto con i nostri produttori, con coloro che preparano e coltivano le materie prime, innanzitutto per loro, garantendo così oltre che il sostentamento, anche la salubrità del prodotto, un rapporto fatto di relazioni, di interessi, di condivisioni.

Clicca qui e segnala la tua mail per ricevere informazioni sul “fresco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code